• Autore: Luisa Mariani
  • Pubblicato 18/02/2014 - ore 08:16

Minacciano con pistola l’europarlamentare Patriciello, messi in fuga

Intervento tempestivo di una pattuglia di militari dell'Esercito impiegata nell'operazione "Strade Sicure"

Una pattuglia di militari dell’Esercito impiegata nell’operazione “Strade Sicure” ha messo in fuga oggi pomeriggio due rapinatori che, a Napoli, avevano minacciato con una pistola l’europarlamentare on. Aldo Patriciello e il suo autista. Lo si apprende dallo Stato maggiore dell’Esercito.

I tre militari, effettivi al reggimento “Cavalleggeri Guide” e impiegati nell’operazione “Strade Sicure” nella zona di Piazza del Gesù, hanno visto due persone con il volto coperto, in sella a uno scooter, ferme di fianco a un’autovettura. Nel momento in cui i due malviventi hanno puntato una pistola all’altezza del finestrino del guidatore, i militari sono intervenuti intimando l’alt; nel darsi alla fuga i malviventi hanno lasciato cadere l’arma a terra.

Sul posto è quindi intervenuta la Polizia, allertata dai militari, per gli accertamenti del caso. Sono circa 4.000 i militari dell’Esercito impegnati nell’operazione “Strade Sicure” che garantiscono sicurezza in tutto il territorio nazionale, da Chiomonte a Lampedusa, in concorso alle forze di polizia, attraverso la vigilanza di obiettivi sensibili e il pattugliamento delle aree metropolitane. Dall’inizio dell’operazione “Strade Sicure” (agosto 2008), sono stati compiuti circa 14 mila arresti, controllati quasi 2 milioni di persone ed un milione tra auto e autoveicoli, sequestrati 11 mila veicoli, 600 armi e 2.100 chili di droga.